Albo on-line

L'articolo 32 della legge n. 69/2009 dispone l'obbligo di pubblicare nei propri siti informatici gli atti ed i provvedimenti amministrativi che devono essere portati a conoscenza del pubblico (pubblicità legale) per poter avere effetto.

A decorrere dal 1 gennaio 2011 le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non avranno effetto di pubblicità legale, ferma restando la possibilità per le amministrazioni e gli enti pubblici, in via integrativa, di effettuare la pubblicità sui quotidiani a scopo di maggiore diffusione, nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio.

In questa sezione del sito istituzionale della Provincia di Savona sono pubblicati tutti gli atti per i quali la normativa dispone la pubblicazione all'Albo Pretorio, suddivisi nelle categorie di seguito elencate:

Nella categoria "Documenti di altri enti" sono pubblicati (pubblicità legale) atti e documenti provenienti da soggetti esterni all'Amministrazione. Tali documenti dovranno essere trasmessi tramite PEC all'indirizzo istituzionale dell'Ente (protocollo@pec.provincia.savona.it) in formato PDF, preferibilmente sottoscritto digitalmente e dovranno essere corredati di nota di accompagnamento, nello stesso formato del documento da pubblicare, che indichi chiaramente l'oggetto da mettere in evidenza nell'albo on-line, nonché il periodo di pubblicazione. Il referto di pubblicazione verrà inviato in allegato alla nota di restituzione (parimenti tramite PEC), se espressamente richiesto.
Per informazioni: Segreteria Generale, Via Sormano, n. 12 – 17100 Savona, tel. 019-8313303/8313270/8313278 - fax 019-8313269.

I documenti dell'ente pubblicati sull'Albo on line sono documenti (file) firmati digitalmente in formato p7m formato p7m. Per consultare il file p7m è necessario che sul pc utilizzato sia installato un software per la consultazione di file firmati p7m.
Ogni documento è presentato anche in versione pdf formato pdf per consentirne l'immediata consultazione.

Il processo di pubblicazione on line degli atti rispetta rigorosamente le indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali.